Riga di mezzeria

RIGA DI MEZZERIA

Assisi religiosa e piovosa
alla quale abbiamo accompagnato
un amico, di domenica pomeriggio
incontrando cattiva aria, su per
il passo di Bocca Trabaria.
Quando superi il passo, c’è tutto
un tratto disabitato che ti fa
chiedere se ci sarà di nuovo
una fascia abitata, se si rivedrà
delle case e delle contrade; poiché
nel pomeriggio mentre la macchina
cavalca la riga di mezzeria e ci porta
davvero via dalla nostra casa,
ma non ci porta via da una
residenza interiore
che senti rombare al suono del motore

e quando vedi infine il recinto
delle case e i campanili mentre
cavalchi ancora l’autostrada
cavalchi la superstrada e cerchi
di risalire e di sfuggire
alla frangia sfilacciata
di confine di cui sei tu un
minuscole crine e cerchi
con forza e con speranza  di tornare

alla trama, con quella meccanica
cavalcatura senza briglia senza
zoccolare ma con un forte rombare
senza guida ma con il volante
con il quadrante, senza calpestio ma
con un mortale stridio, senza il lanternino
ma con i fari, senza spari del brigante
di strada ma con i botti del tubo
di scappamento e con il rancore dell’acqua
bollente del radiatore che
corrode e dà un doloroso bruciore
e con il disamore che è la valvola finita
da rifare, se tu vorrai ancora

riamare. Cavalcatura, cavalcatura dura
e morbida poltrona accessori aggiornati
e sentimenti anche oramai di ricchi
disperati, superando le macchine  lungo
la mezzeria – – – – – – – – – – – – – – – – – –

(Feliciano Paoli)

21 Marzo 2009

PAROLE DI MEZZERIA

Annunci

One thought on “Riga di mezzeria

  1. Pingback: Librisenzacarta@ “Parole di Mezzeria”/le foto at LibriSenzaCarta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...